Acido acetico

CH3COOH

Nome IUPAC: Acido acetico – Acido etanoico.
Nomi alternativi: -
Numero CAS: 64-19-7

L'acido acetico è uno dei più semplici acidi carbossilici (il secondo, dopo l'acido formico); è un composto organico del gruppo degli acidi carbossilici alifatici, liquido incolore di odore pungente. È noto sin dall'antichità come componente dell'aceto, dove si forma per fermentazione dell'alcol etilico. Allo stato puro è detto acido acetico glaciale, poiché sotto i 17 °C diventa un solido cristallino trasparente.
L'acido acetico liquido è un solvente protico idrofilo (polare), simile all'etanolo e all'acqua. Con una moderata costante dielettrica di 6,2, può sciogliere non solo composti polari come sali inorganici e zuccheri, ma anche composti non-polari come oli ed elementi chimici come zolfo e iodio. Si miscela rapidamente con altri solventi polari e non-polari come acqua, cloroformio ed esano. Questa proprietà di dissoluzione e miscibilità fa dell'acido acetico un composto molto usato nell'industria chimica.
L'acido acetico è corrosivo, e i suoi vapori causano irritazione agli occhi, infiammazione delle vie respiratorie e congestione dei polmoni, ma chimicamente è un acido debole per via della sua limitata capacità di dissociarsi in soluzioni acquose.

Produzione

L'acido acetico concentrato viene preparato su scala industriale utilizzando diversi processi, fra i quali la reazione fra metanolo e monossido di carbonio in presenza di un catalizzatore (carbonilazione del metanolo: processo Monsanto), e l'ossidazione dell'acetaldeide.

Principali forme di utilizzo

  • produzione del polietilentereftalato, usato principalmente per le bottiglie di plastica per le bibite;
  • produzione dell'acetato di cellulosa, principalmente per le pellicole fotografiche;
  • produzione dell'acetato di polivinile per le colle da legno;
  • produzione di fibre sintetiche e tessuti (es. rayon).

Viene inoltre utilizzato nei seguenti settori:

  • produzione di solventi per vernici;
  • produzione di farmaci;
  • industria alimentare.